CONSULENZA PSICOLOGICA

La consulenza psicologica consiste in una serie di incontri (uno o più) volti a focalizzare la situazione problematica e di disagio presentata dalla persona in stato di bisogno. Per alcuni soggetti può essere sufficiente la sola consultazione, altri (la maggior parte) sentono la necessità di iniziare un percorso terapeutico.

 PSICOTERAPIA

La psicoterapia è un percorso di cura più lungo e articolato della consultazione, dove si va più a fondo nel problema e dove si lavora insieme sui nodi conflittuali e problematici che provocano disagio, sofferenza e sintomi dei più vari.
Uno degli obiettivi del lavoro terapeutico è quello di aumentare la consapevolezza, quella realisticamente possibile, del nostro mondo interno e del nostro funzionamento emotivo e relazionale. Uno dei modi per intendere il concetto di salute può consistere nell’essere aperti alle proprie emozioni, bisogni, desideri, vulnerabilità costantemente dialoganti con se stessi e consapevoli delle proprie risorse personali e dei propri limiti.
L’apertura alla nostra soggettività e l’accettazione di sé e della diversità dell’altro riducono la sofferenza e il disagio personale, promuovendo la salute.
Tengo a precisare che secondo la mia visione il percorso di cura non ha una durata predeterminata e un iter predefinito dal terapeuta o da qualche teoria o schema a cui fa riferimento lo stesso.
In qualsiasi momento del percorso terapeutico il paziente può decidere, in autonomia, di sospendere o concludere la terapia, sia specificandone i motivi che non.
È tuttavia importante confrontarsi e discutere con il terapeuta rispetto alle decisioni di interrompere o sospendere la terapia o magari diradare o intensificare le sedute.

 I PROBLEMI CON CUI MI CONFRONTO PIU’ SPESSO

Durante gli incontri e le consulenze, spesso mi confronto con ansia, attacchi di panico, inibizioni e fobie, disturbi psicosomatici vari, depressioni reattive, disagi emotivi, conflitti relazionali e di coppia, disturbi ossessivi e difficoltà lavorative.

 TERAPIA DI COPPIA

Tutto ciò che vale per la consulenza e terapia individuale vale per la consulenza e la terapia di coppia.
Una precisazione: la conflittualità tra i coniugi è spesso legata a un disagio soggettivo più o meno intenso e più o meno consapevole dei due componenti, che affonda le proprie radici nell’età infantile e adolescenziale. A seconda dei casi, il disagio espresso può essere affrontato all’interno della terapia di coppia oppure può essere necessario che ognuno segua una terapia individuale.

Le sedute hanno una durata di 50 minuti.